MAGNUM_FLORIM GRES PORCELLANATO IN GRANDI FORMATI

Magnum è la risposta di FLORIM alle più evolute esigenze progettuali dell’architettura e dell’interior design.

Formati inediti – a partire da 80×80 cm fino a 160×320 cm – che coniugano leggerezza, versatilità e prestazioni tecniche ed estetiche frutto delle più avanzate tecnologie produttive. Le grandi lastre Magnum rivoluzionano il concept di superficie continua e sono pensate per ogni tipo di applicazione: pavimenti e rivestimentifacciate ventilate, arredamento indoor e outdoor.

Gres porcellanato in grandi formati: miti da sfatare, applicazioni ed estetica


I vantaggi delle grandi lastre


Negli ultimi anni il settore ceramico è stato oggetto di una grande crescita in termini di produzione e vendite complessive dovuta all’esportazione dei prodotti Made in Italy. Il successo sul mercato unitamente alle nuove esigenze compositive dell’architettura e dell’interior design hanno determinato un record di investimenti sull’innovazione tecnologica delle Fabbriche 4.0, in favore della produzione di grandi lastre in gres porcellanato (non più semplici piastrelle), il formato oversize del presente e del futuro.

Soprattutto negli spazi dedicati al pubblico, il grande formato alletta progettisti e committenti. L’accostamento di lastre oversize permette la riduzione di fughe tra un elemento e l’altro offrendo inedite opportunità di valorizzazione degli spazi e rendendo le superfici facilmente pulibili. Questo è uno dei motivi per cui esse sono particolarmente apprezzate nel settore HO.RE.CA. Inoltre, l’utilizzo di grandi lastre crea un elegante effetto ottico dovuto alla continuità del rivestimento senza tagli, il quale suggerisce una maggiore ampiezza e omogeneità degli ambienti. Grazie alla loro leggerezza le lastre si prestano ad essere utilizzate non solo per rivestimenti di pareti, pavimenti e piscine, ma anche per elementi d’arredo come piani d’appoggio (tavoli, banconi bar, top cucine, ecc.) e facciate ventilate.

I miti da sfatare sulle grandi lastre


Le lastre in gres di grande formato uniscono la qualità delle finiture estetiche alla compattezza del materiale ceramico e non presentano, nonostante le grandi dimensioni, particolari criticità nella movimentazione e trasporto, nel taglio (o foratura) e nella messa in opera.

1. Trasporto e posa
Va considerato in primo luogo che l’ampia superficie e lo spessore contenuto determinano un basso rapporto peso/mq: rispetto ad una lastra di pietra o marmo, a parità di spessore, quella in gres porcellanato è quasi sempre più leggera e può essere spostata più agevolmente. Per la movimentazione si consiglia di utilizzare maniglie con ventose prevedendo alcune piccole accortezze: assicurarsi che il retro della lastra sia ben pulito e applicare una doppia spalmatura adesiva (retro + supporto) per evitare vuoti d’aria.

2. Taglio
La tecnologia con la quale vengono prodotte le grandi lastre permette di ottenere un prodotto resistente e flessibile, in grado di sopportare tagli e fori da eseguire tramite strumentazioni adeguate. Inoltre, nel caso di bordi taglienti o irregolari, è possibile rifinire con carta abrasiva o tamponi diamantati.

3. Resistenza
Lo spessore di 6mm della grandi lastre rappresenta la soluzione ideale per mantenere valori di resistenza – di rottura 1350N e a flessione 52N/mm2 – comparabili a quelli del gres tradizionale: il minore spessore non rende la lastra più fragile, ma più flessibile, garantendo la tipica resistenza del gres a fori, urti e trazioni.

4. Installazione
Le migliori aziende produttrici mettono a disposizione servizi di formazione che istruiscono gli operatori di cantiere su come maneggiare e posare le grandi lastre con semplicità e in totale sicurezza. I posatori potranno operare con professionalità utilizzando le tecniche apprese e dotandosi delle apposite attrezzature di lavoro.

5. Estetica
Il grande formato aiuta la reinterpretazione dei materiali naturali proponendo un prodotto di design dedicato a particolari esigenze dell’architettura contemporanea costantemente alla ricerca di soluzioni compositive che valorizzino al meglio i progetti e permettano al progettista di operare con la massima libertà espressiva senza rinunciare alle prestazioni tecnico/funzionali del materiale ceramico.

Soluzioni d’arredo


Nel campo degli interni, il gres porcellanato di grandi dimensioni offre un ottimo connubio tra prestazioni estetiche e tecnologiche. Nella zona della cucina è possibile utilizzare un unico materiale di rivestimento per il top e per lo schienale, oltre che per parti di dettaglio come il lavabo, la zona dei fuochi, il rivestimento di una penisola o di un tavolo.

Oltre a un’immagine pulita e uniforme data dall’assenza ottica di fughe, la grande lastra in gres presenta proprietà tecniche eccellenti, ha un’alta resistenza alle macchie ed è facile da mantenere nel tempo. Il gres rivela inoltre le sue qualità estetiche e tecniche nel rivestimento di elementi decorativi: la testiera di un letto e i comodini, delle mensole, il piano di un camino, ecc.

Salvatore Sito Interior Designer

http://www.florim.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...